Home » Articoli » Le procedure richieste dal cliente - “agreed upon procedures”

Le procedure richieste dal cliente - “agreed upon procedures”

L'articolo illustra le caratteristiche degli incarichi consistenti nella richiesta al revisore legale dei conti di compiere determinate e specifiche procedure ("agreed upon procedures").

Le procedure di revisione concordate sono conosciute con il termine “agreed upon procedures” e rappresentano un incarico diverso dalla revisione completa del bilancio con una notevole varietà di applicazioni pratiche.

Nel nostro ordinamento non esiste un principio di riferimento che ne disciplini l’applicazione per cui occorre basarsi sui principi internazionali dello Iasb (i.e. Isrs 4400).

Sul tema si segnala, inoltre, il documento Assirevi (Documento di ricerca n. 179 “Procedure richieste dalla società (incarichi di agreed upon procedures)”

La caratteristica fondamentale di questa tipologia di incarichi risiede nell’assenza di un giudizio professionale del revisore (la c.d. “opinion”). Il revisore (la società di revisione) si limita, infatti, ad eseguire procedure e verifiche richieste dall’impresa committente.

L’impresa committente richiede al revisore lo svolgimento di specifiche procedure di revisione e la formalizzazione per esteso dei risultati ottenuti in una relazione (c.d. “Report of Factual Findings”).

In sostanza il committente vuole compiere determinate procedure (che reputa adeguate) per soddisfare un proprio bisogno informativo ed al fine di perseguire questi obiettivi incarica un soggetto professionalmente qualificato come il revisore legale (la società di revisione legale dei conti).

L’incarico deve, infatti, essere svolto dal professionista in conformità all’Isrs 4400 per cui nel rispetto dei principi professionali previsti dal Code of Ethics for Professional accountants emesso dall’International Ethics Standards Board for Ac­countants (Iesba code). L’incarico deve, quindi, essere svolto con integrità, obiettività, competenza e diligenza professionale, riservatezza, rispetto dei principi tecnici e professionalità.

Il principio internazionale non richiede, per questa tipologia d’incarico, il requisito dell’indipendenza (situazione, questa, che in ogni modo il revisore deve sempre valutare attentamente ed evidenziare del Report of Factual Findings).

Le applicazioni pratiche e gli incarichi che possono essere conferiti sono i più vari, per esempio un report che mostri la marginalità per prodotto o per settore di attività, l’elenco dei clienti con evidenza nei ritardi nei pagamenti rispetto alle condizioni contrattuali etc.

Uno degli incarichi maggiormente conferiti è quello consistente nella verifica della determi­nazione dei “financial covenant” relativi all’indebitamento finanziario della società: è richiesto al revisore di verificare (sulla base delle procedure determinate e richieste dal cliente) la correttezza del calcolo del rispetto di alcuni indicatori finanziari e di bilancio solitamente contenuti nei contratti di finanziamento il cui rispetto o meno ha conseguenze anche sensibili sulle condizioni e sulla sorte contrattuale dell’accordo sottoscritto.

Al termine delle attività il revisore rilascia alla Direzione una relazione (c.d. “Report of Factual Findings”) normalmente destinata alla sola Direzione con limitata e circoscritta possibilità di circolazione.  

 

Dott. Roberto Tomasi

Audit Partner – R.p.&T. Srl

Società di revisione legale dei conti